Definizione di GEOTERMIA

Principio base per gli impianti geotermiciCon geotermia (a bassa entalpia) s'intende la tecnologia che consente l'impiego del sottosuolo come risorsa termica, utilizzabile non solo per riscaldare o rinfrescare gli edifici ma anche per produrre acqua calda, evitando l'impiego della caldaia e del frigo. Scendendo di pochi metri al di sotto della superficie terrestre, si potrà raggiungere una temperatura costante che agevolerò  l'impianto geotermico nel prelevamento del calore durante il periodo invernale e nella cessione nel periodo estivo.






Funzionamento di un impianto geotermico

Vista sezione impianto geotermico E' possibile attingere a questa energia tramite vettori fluidi che partono dal serbatoio geotermico sino ad arrivare alla superficie. Per il suo funzionamento, in base alla tipologia dell'impianto geotermico, si procede con l'installazione di sonde nel sottosuolo (dai 5mt a 120mt). Le sonde geotermiche, a loro volta, sono collegate ad una pompa di calore geotermica ed al sistema idraulico che estrae caldo o freddo in base alle necessità.





Funzionamento impianto geotermico in estateFunzionamento impianto geotermico in inverno

 

 

 

 

 

 

 

I principali sistemi d'impianto geotermico sono:

- Collettore di superficie, consigliato per i piccoli immobili all'interno dei quali è presente un giardino dove interrare il collettore di scambio;
- Collettore in perforazioni verticali, che si basa sulla trivellazione ad una profondità  stabilita in relazione al fabbisogno termico dell'edificio e della tipologia del terreno;
- Circuito ad acqua freatica, particolarmente adatto a qualsiasi necessità  termica e tipologia di edificio e che richiede una discreta quantità d'acqua.


Esempio impianto geotermico con collettore di superficieEsempio impianto geotermico con perforazioni verticaliEsempio impianto geotermico con circuito ad acqua freatica

 

 






Vantaggi per l'installazione di un impianto geotermico

- L'impianto geotermico prevede una macchina silenziosa, non molto ingombrante, facilmente collocabile in qualsiasi locale in quanto non necessita di ambienti dedicati o di canna fumaria.
- Elevato grado di sicurezza dell'impianto geotermico in virtù di un mancato utilizzo di combustibile che ne scongiura i pericoli di perdite di gas (di alcun genere), di incendio o d'inquinamento.
- Impiego di tecnologie con un basso tasso di inquinamento associato al più basso impatto ambientale generale.
- Minori costi di gestione rispetto alle attuali forme di riscaldamento (es. per una villetta unifamiliare: circa 1/5 rispetto al GPL, 1/4 al Gasolio, 1/2 al Metano).
- Assenza di costi di manutenzione rispetto a quelli inerenti ad una classica caldaia, quali la pulizia della canna fumaria, il controllo del bruciatore ed altro.
- Maggior durata dell'impianto con una vita media di almeno 50anni (le prime sonde geotermiche in polietilene HD risalgono appunto a 50 anni fa in Germania e ancora in uso).
- Aspetto inalterato dell'immobile che si doterà  di tale strumento in quanto lo stesso non subirà  alcuna modifica anti-estetica, grazie alla totale assenza di macchinari esterni.
- Una notevole riduzione delle spese in bolletta.

Usare un impianto geotermico, per provvedere al riscaldamento e al raffreddamento del proprio edificio, significa mettere a frutto una fonte di energia pulita, inesauribile e rinnovabile.

 




I nostri interventi




Nelle immagini in sequenza sono riprodotte alcune applicazioni messe in atto durante particolari interventi commissionati, programmati ed attuati per conto di committenti pubblici e privati nell’ambito di specifici settori di nostra competenza.

In queste occasioni sono stati impiegati operatori, tecnici e consulenti altamente qualificati nel corso della fase di progettazione e di realizzazione, tutti supportati da strumenti tecnologicamente avanzati che hanno garantito il buon esito delle operazioni e la rilevazione di dati estremamente dettagliati, agevolando la predisposizione di soluzioni mirate ed ottimali.